grafico

Grande diffusione di Joomla fra i siti delle aziende italiane

Una nuova ricerca indica che il 9% dei siti delle aziende italiane è realizzato con il CMS open source Joomla!.
Una percentuale di diffusione leggermente in crescita rispetto alla ricerca che abbiamo effettuato lo scorso anno.

Il campione preso in esame da questa nuova ricerca riguarda 633801 siti di aziende italiane. Risultano 57148 siti realizzati con Joomla!, quindi il 9%.
Queste le percentuali sul totale dei principali CMS open source:

  • Wordpress  ➔  100091  ➔  15%
  • Joomla!  ➔  57148  ➔  9%
  • Drupal  ➔  7726  ➔  1%


Le tipologie di siti realizzati con Joomla presenti in questo elenco sono di ogni genere e tipo, dalla grande azienda quotata in borsa, alle banche, alle Pubbliche Amministrazioni con Enti o Regioni o Province e Comuni, Università ecc...  sino ai siti amatoriali o di associazioni varie, passando dagli Ecommerce ai siti dei prodotti che troviamo al supermercato. Questo a dimostrazione che oltre ad essere ancora molto diffuso il progetto Joomla si presta a qualsiasi tipologia di pagina web da realizzare.

Un elenco dei siti più rilevanti realizzati in Joomla è presente da tempo su Joomla.it a questo indirizzo: http://www.joomla.it/siti-joomla-rilevanti.html

Fra i nuovi inseriti a seguito di questa ricerca:
- Banca di Asti
- Deutsche Bank Italia
- Comune di Mantova
- Regione Piemonte
- Università di Pisa
- Anonima Petroli Italiana (API)
- Latte Sole Parmalat
- Freni Brembo
- Conserve e prodotti Cirio
- Succhi Yoga
- Johnson&Johnson dispositivi medici
- Italtel telecomunicazioni
- Sidis supermercati
- Surgelati Orogel
- ecc..

Fra la moltitudine di siti Joomla! c'è da constatare però che moltissimi non sono aggiornati all'ultima versione disponibile e questo li rende vulnerabili. Invitiamo tutti ad aggiornare il prima possibile all'ultima versione stabile di Joomla ed a continuare ad utilizzare questo fantastico progetto che nel nostro paese dimostra di essere molto diffuso.

I dati di questa ricerca sono quelli ufficiali delle Camere di Commercio e provengono da Cerved group S.p.A.

commentaCommenta questo articolo sul forum