Report sul JoomlaDay Italia 2010

JoomlaDay 2010Si è tenuto il 9 ottobre scorso il terzo JoomlaDay Italia. Un evento che ha visto come primo protagonista la community italiana di Joomla, numerosa, attiva e partecipe come sempre. In questo articolo stiliamo un piccolo bilancio di quanto si è visto e detto, ed anche un resoconto economico.

Organizzata da AlexRed e Ste, gli admin di Joomla.it, che hanno scelto come location il prestigioso centro congressi di VeronaFiere, la conferenza si è svolta in due sale distinte con programmi distinti. L'ampio Auditorium Verdi da 600 posti allestito con proiettori aggiuntivi per dare modo a tutti di seguire quanto esposto dai relatori, e la sala Salieri da 150 posti che in alcuni momenti sono sembrati troppo pochi visto il sovraffollamento anche nei corridoi. Oltre alle 750 persone che hanno partecipato, giungendo già dalla mattina presto a Verona, sono stati in moltissimi quelli collegati da casa alla diretta streaming, con punte di 320 contemporanei ed un totale di 8400 accessi unici nell'arco di tutta la giornata (servizio offerto da www.studiolab24.it e www.alchemystudios.it).
Auditorium VerdiMassimo Marchetto ha diretto e moderato nell'Auditorium Verdi in maniera molto puntuale, presentando inizialmente alcuni degli sponsor ed annunciando il primo talk di Emanuele Gentili, che ha "terrorizzato" tutti esponendo la realtà delle minacce per i siti web consigliando metodi per monitorare al meglio questo aspetto spesso sottovalutato. Microsoft è presente con Pietro Brambati, developer evangelist, che nel suo intervento mostra gli sforzi fatti da Redmond per migliorare il funzionamento di PHP su Windows e IIS e quindi permettere l'utilizzo di Joomla su queste piattaforme. Nel terzo ed ultimo intervento della mattina, Marco Mangione torna a parlare di sicurezza e quali accorgimenti seguire per mantenere sicuro il proprio sito. Vista la conclusione anticipata di questi interventi che regalano circa 45 minuti prima della pausa pranzo, Marchetto e AlexRed improvvisano con alcuni interventi del pubblico, una veloce presentazione del progetto "Albo Pretorio On Line" a cura di Valerio Sichi (vales) ed alcune anticipazioni sugli argomenti del pomeriggio.

Sala SalieriNella sala Salieri, egregiamente condotta da Francesco Scandale (frascan), la mattina inizia con Fabio Cabianca che mostra il progetto di formazione su Joomla nei contesti aziendali grazie anche al reperimento di specifici fondi. Segue l'intervento di Alessandro Chessari e Francesco Abeni di VMItalia.net che illustrano novità ed esempi di utilizzo di Joomla nei siti di ecommerce con l'estensione Virtuemart. Nick Balestra, Luca Zerboni, Romano Sensibile, Flavio Copes mostrano poi il progetto Anahita Social Engine.
Alle 12:15 circa si chiudono i lavori in entrambe le sale per dare spazio alla pausa pranzo nell'ampio salone Margherita, dove vengono distribuite gratuitamente focacce ripiene, bottiglie d'acqua e degli sfiziosi cioccolatini.
Oltre che per mangiare le due ora di pausa sono servite per incontrarsi e conoscersi, visitare l'animato stand dell'Associazione JoomlaVeneto o quello dello sponsor Joomlahost per ritirare qualche gadgets. Anche Vamba di Joomlaitalia.com si aggira nell'area accoglienza assieme a molti dei moderatori di Joomla.it, un valoroso gruppo di volontari che ha supportato l'evento in tutte le varie fasi.

jean-marie-simonetAlle 14:15 ripartono le conferenze come da programma, nell'Auditorium Verdi Nick Balestra mostra le novità presenti nella nuova versione 1.6 per poi lasciare la parola all'ospite d'onore del JoomlaDay, Jean-Marie Simonet co-fondatore di Joomla! e membro del LeaderShip team di Joomla!

Jean-Marie ci racconta con entusiasmo cosa è accaduto in California la settimana precedente, quando tutto il LeaderShip team si è riunito per decidere su quali nuove caratteristiche puntare nelle prossime edizioni del CMS. Dopo aver mostrato alcune foto che ritraggono il team sotto la gigantesca scritta di Ebay che ha ospitato presso la propria sede il summit, ecco quello che il simpatico Jean-Marie ci preannuncia:
Novità annunciate per le prossime versioni di Joomla!
  • un framework basato sul CMS che sarà composto da librerie depurate da tutto il resto. Questo per supportare al meglio il lavoro degli sviluppatori;
  • il rilascio di una nuova versione ogni 6 mesi a partire dall'uscita della 1.6 stabile. Quindi la 1.7 sarà rilasciata dopo 6 mesi dall'uscita della 1.6 ecc... Cicli di sviluppo quindi certi e stabiliti;
  • un miglioramento delle funzionalità per la ricerca interna, il motore oggi disponibile è ormai obsoleto, gli utilizzatori necessitano di un engine che permetta di trovare qualsiasi tipo di contenuto;
  • funzionalità per l'installazione automatica dei componenti aggiuntivi con gestione delle dipendenze;
  • nuova gestione degli aggiornamenti, che potranno essere eseguiti direttamente dal pannello di controllo, sia per il CMS che per le estensioni esterne, rendendo più semplice mantenere aggiornata la propria installazione di Joomla;
  • gestione backup del sito dal pannello di controllo;
  • la possibilità di creare e mantenere in locale un sito di test e di inviare in modalità push le modifiche effettuate su di esso nel sito in produzione;
  • miglioramento della gestione media, con possibilità di manipolare le immagini e gestire altri formati come i video di youtube ecc..;
  • implementazione del sistema di tagging;
  • report degli errori, tracciabilità delle attività degli utenti e notifiche via mail degli errori del sito.
  • funzionalità per scegliere i pacchetti lingua da utilizzare al termine della procedura di installazione di Joomla attingendo da un repository online;
  • gestione delle versioni di un contenuto;

Inutile dire che tutte queste belle aspettative fanno volare molti applausi.
L'intervento di JM prosegue entrando nello specifico della nuova versione 1.6 e nel nuovo sistema multilingua integrato. Affiancato dall'ottima Ste, che traduce in simultanea, ci mostrano quanto sia finalmente semplice realizzare un sito in più lingue senza installare estensioni esterne.
Nella sala Salieri si sono intanto svolti i talk in lingua inglese di Achim Fischer sull'estensione per la gestione di un forum "Discussions" e quello di Rafael Diaz-Tushman sull'estensione per il commercio elettronico "Tienda", forse privati di pubblico visto gli interventi principali nella sala grande.
E' il turno nell'Auditorium per Stefano Bellandi, toscanaccio intraprendente che con molta abilità e carisma riesce a spiegare alla platea come convertire un template per Joomla 1.5 alla nuova versione 1.6... complimenti!
A seguire Enrico Zimuel di Zend descrive, dati alla mano, i vantaggi in termini di prestazione dell'utilizzo di Joomla con Zend Server Community Edition.
Chiudono gli interventi nella sala grande due giovani esperti di marketing Veronica Diquattro e Angelo Paolillo provenienti dagli uffici di Dublino di Google.

Nella sala Salieri Gian Paolo Bernardini ha descritto le potenzialità dell'estensione per la gestione dei contenuti JSeblod CCK in compagnia dello sviluppatore Sébastien Lapoux giunto dalla Francia per annunciare le novità della prossima versione. Alessandro Fustini presenta il proprio intervento su come ottimizzare le interrogazioni Mysql  con gli indici. Giovanni Genovino presidente dell'associazione JoomlaVeneto spiega come costituire una associazione e un User Group Joomla! in Italia. Andrea Adami e Francesco Craglietto mostrano l'utilizzo di Joomla in locale in un ambiente virtualizzato. 

Alle 18 passate viene improvvisato un question time finale con tutti i relatori sul palco dell'Auditorium, la stanchezza della lunga giornata inizia a farsi sentire sia per chi è sul palco che per chi è seduto in sala. Poche domande per poi passare ai saluti finali e regalare ai relatori i libri di Roberto Chimenti gentilmente offerti dalla Hoepli.
Il pubblico abbandona il centro congressi di VeronaFiere ritirando l'attestato di partecipazione e spuntano delle torte per festeggiare l'ottima riuscita dell'evento e premiare tutti quei valorosi volontari che hanno dato il loro fondamentale apporto.

Gold Sponsor: JoomlaHost - Braincode - Google - Microsoft
Silver Sponsor: Prismanet - NeoNevis - Joomedia - RSJoomla - JooForge
Media Partners: HTML.it - HOEPLI - eventoFestival - Occhiovivo

Foto e video dell'evento sono disponibili sul sito ufficiale del JoomlaDay.

Certamente l'organizzazione non è stata impeccabile e ci sono ancora molti aspetti che possiamo migliorare, ricordo però che non siamo certo professionisti nell'organizzare eventi, siamo solo dei volontari che hanno sentito il bisogno di incontrarsi in questa occasione speciale. Speciale perchè le proposte di intervento sono giunte da un call for paper pubblico, perchè l'ingresso è stato gratuito, perchè chi ha voluto contribuire è stato libero di farlo.

Segue un resoconto economico dell'evento, che ci ha permesso, come lo scorso anno, di donare 1000 Dollari al progetto Joomla, sommando al credito rimasto dalle sponsorizzazioni i 173 Euro delle donazioni effettuate dai partecipanti nell'apposito boccione.

COSTI:
Centro congressi 6400 Euro + iva
Viaggio e Hotel per Jean-Marie Simonet (co-founder of Joomla! and LeaderShip team member) 559 Euro
Hotel Staff 560 Euro + iva
1000 Focacce + 1000 Bottiglie acqua + 10 Torte 1380 Euro + iva
1000 Cioccolatini 229.55 Euro + iva
Spese varie 86 Euro + iva
Spese di segreteria 216 Euro + iva
Tot. 9430.55 Euro + iva

RICAVI:
Sponsors 10000 Euro + iva
Donazioni dai partecipanti 173 Euro
Tot. 10173 Euro + iva

Differenza donata a Joomla.org: 742 Euro --> 1000 Dollari

Confermata la donazione in questa ampia notizia pubblicata su Joomla.org