“Automatizzare” l’ottimizzazione di un joomla content

L’interesse che si presta all’ottimizzazione di un articolo scritto in un joomlasite diventa sempre più un esigenza nella continua ricerca di nuovi visitatori. Il Csm cresce sempre velocemente, ma allo stesso tempo, diversi sono i moduli e, soprattutto i plugin, che vengono partoriti in quest’ultimo periodo legati a rendere il nostro sito sempre più appetibile per i motori di ricerca.

Con l’uscita della nuova versione, che già ha mostrato un attenzione lato Seo, apportando un considerevole miglioramento legato al tag title (fattore “fondamentale” per il posizionamento di un contenuto), diversi plugin nascono per alleggerirci il lavoro di scrittura degli altri tag che ancora non sono del tutto performanti. Non ha caso, questa piccola guida ha inserito nel titolo “automatizzazione” in quanto proveremo a spiegare come guadagnare tempo prezioso nell’ottimizzazione di un contenuto grazie all’utilizzo di due plugin che per chi ha un sito, ad esempio, in cui a scrivere sono anche gli utenti (molti utenti) producendo molti articoli al giorno sa bene che, col passar del tempo, questi contenuti diventano inevitabilmente incontrollabili.

Joomla non scrive bene il tag description:

Non c’è problema… esiste SeoSimple. Un plugin da istallare come qualsiasi altra addons che rende “automatizzata” l’estrapolazione della description, che, per chi non lo sapesse, trattasi delle due righe che si trovano sotto il titolo in una ricerca sui motori. Il plugin permette con due mosse di impostare la lunghezza della description ed in più lo stile dei Title dei nostri contenuti. Per vedere il funzionamento di questo plugin (e anche di quello seguente) andate su Catania Notizie e visitate qualche pagina sorgente. Mi fermo qui perchè questo, si diceva una volta mambot, è più facile a usare che a spiegare.

A tal proposito, si sostiene che questo tag non influisca nel posizionamento e che serva solo (se scritto bene) a spingere l’utente a sceglierci tra i vari risultati. Il plugin inserisce le prime parole (possibilità di configurare il numero di caratteri) di un contenuto e ciò significa avere tag description differenziato per ogni articolo. Basta che nella prima o seconda riga ci sia la key con qui vogliamo posizionarci ed ecco che questa è anche nella description. Molti non danno importanza a questo tag, fatto sta che la key cercata viene evidenziata anche nella description. Che anche questa abbia una sua importanza nel posizionare un articolo?!?

Allora, riassumendo, per il title ci pensa joomla native; per la description abbiamo Seosimple. Ci manca qualcosa… il tag keyword. Possiamo utilizzare Add Keyword. Il plugin ci aiuta a rendere automatizzato il processo di inserimento delle keyword in un contenuto con alcuni interessanti quanto semplici funzioni. Possiamo scegliere quante key inserire e quanti caratteri una parola deve avere per essere estrapolata, includere ed escludere categorie e sezioni e il classico campo badkeyword (Blacklist) per evitare di utilizzare termini che non interessano. Anche questo plugin è semplice da usare ed è superflua qualsiasi altra indicazione a riguardo. Provare per credere.

Le keyword possono aiutare, o distruggere, la bontà di un articolo.

La frase che avete appena letto è molto discussa. Esiste una via di mezzo che dice che non conta inserire il tag keyword perché per molto tempo è stato sfruttato incautamente e, quindi, escluso dai fattori utili al posizionamento nei motori (soprattutto google; ma non esiste solo google).

Partendo dal presupposto che quel che vale il tag al momento è poco importante, e pensando ad un futuro dove può tornare come fattore importante, evitiamo di trascurarlo troppo dandogli un minimo di attenzione. Suggerisco a tal proposito, sempre per rendere “automatizzato” il processo di ottimizzazione, di istallare dunque quest'altro plugin: AddKeyword. Impostiamo su tre, quattro parole al massimo tanto per riempire un tag che da altamente rilevante ora è poco considerato pensando a… domani, quando con l’affinamento degli strumenti dei motori questi torneranno a considerarli.

Per concludere è bene sempre tener presente che possiamo inserire tag, titoli in h1, alt nelle immagini, strong e tutto quello che vogliamo. Per posizionarsi occorre scrivere articoli unici e originali; soprattutto interessanti. Non basta utilizzare strategie come queste se non esce fuori la creatività personale che ci permette si essere “noi” quando scriviamo. Per questo vi dico che è sempre meglio scrivere tutti i tag a manina per rendere “unici” anche queste variabili inserite tra i tanti fattori che favoriscono il posizionamento del nostro sito. Ma non sempre è possibile. In maxi-siti o ampissime community in cui gli utenti hanno poteri di author o superiori l’istallazione di questi plugin (o altri similari) diventa essenziale; sono quasi indispensabili.

Un saluto a tutti, alla prossima.

Taolo – Moderator sezione Seo www.catanianotizie.it

CommentaCommenta questo articolo sul forum