Metegenerator - il plugin tuttofare per la gestione dei metadati

MetadataLa gestione dei contenuti  Joomla e la loro ottimizzazione è sempre  più importante e un parametro imprescindibile per chi intende lavorare sul posizionamento del proprio sito web. Inutile dire che la gestione di numerosi contenuti per produrre dei buoni risultati in ambito SEO non solo deve produrre contenuti di qualità ma deve seguire dei rigidi parametri.

Gli aspetti fondamentali che costituiscono ben più di un mero corollario dei contenuti sono il titolo, la description e le keywords associate ad un articolo. Spesso per molti di noi compilare in modo corretto tutti questi campi è parecchio esoso e richiede molto tempo per essere fatto correttamente. A seguito del Joomladay ho appreso sui social dell'esistenza di un plugin Joomla, si tratta di Metegenerator e promette di generare in automatico title, meta description e keywords di un articolo extrapolandoli dal testo stesso. Come se non bastasse questo plugin promette anche di integrare la canonicalizzazione degli url.

Quando ho appreso della sua esistenza mi è balzata subito in mente la domanda: "interessante, ma come lo farà??" e ancora "sarà in grado di generare delle descriprion attendibili e seo friendly??"

Se volete una risposta a queste domande leggete l'articolo!


 

Scarichiamo il plugin free dal sito dello sviluppatore, è disponibile sia per Joomla 2.5 che per la 1.5, non ancora per la 3.0 anche se ricordo ai lettori che quest'ultima già supporta il rel=canonical nativamente.

Come consuetudine installiamolo da gestione estensioni e andiamo nel pannello del plugin da gestione plugin; tenete a mente che di default il plugin è disattivato, procediamo con la configurazione e infine andiamo ad attivarlo.

Configurazione

Tra le prime opzioni di metagenerator troviamo quelle relative alla configurazione del title, con quale decideremo il criterio su come generarlo e se mantenere i  title dell'homepage-categoria-item contemporaneamente divisi da un separatore  o uno di questi soltanto.

Nella seconda parte andiamo a configurare il generatore di description, quanti caratteri andrà a processare del nostro articolo per generarla e la lunghezza (di default è 500, io ho impostato il classico 160 caratteri come consigliato in ambito SEO).

Nella terza parte possiamo configurare il generatore di keywords, impostare quante generarne (io ho inserito 3 keywords, preferisco non esagerare personalmente), di quanti caratteri minimo devono essere; interessante la possibilità di configurare delle blackwords (parole che verranno ignorate e quindi non verranno mai considerate una keyword) e goldwords(parole che se presenti nel testo diventeranno in automatico delle keywords)

Infine nella quarta parte possiamo decidere se implementare  il rel=canonical sui nostri articoli Joomla, in caso affermativo il plugin consiglia di inserire l'url della root del nostro sito web.

Fatto tutto questo non dovremo fare altro che abilitare il plugin e vedere che succede!

 

 

Implementazione di metagenerator

Qui arriva il bello! come vediamo come è stato implementato metagenerator??

Per togliervi il dubbio vi dico come ho fatto io!!

Con il mio solito approccio un po' nerd e avendo letto in modo alquanto sommario la descrizione e il principio di funzionamento del plugin sulla jed (non datemi del facilone, operavo in locale per cui rischiavo ben poco) per vedere se funzionava sono corso a scrivere un articolo tralasciando completamente di compilare keywords e description aspettandomi di vederle compilate automaticamente una volta salvato.

Chi avrebbe fatto così??

Ebbene.... come me avreste sbagliato! metagenerator infatti genera questi atributi "on the fly", al volo, non va a scriverli sul database e per questo non compaiono nel back-end dell'articolo!

Che cosa succede?

In pratica il plugin controlla se noi abbiamo compilato questi campi e se li trova vuoti li genera al volo e li inserisce all'interno del codice in front-end. Qui devo dire che non mi aspettavo miracoli e in parte non sono stato smentito: la description generata automaticamente riprende il testo introduttivo del nostro articolo per il numero di caratteri selezionati in fase di configurazione. Chi si aspettava una description intelligente o l'implementazione di un qualche algoritmo particolare per la creazione della stessa resterà quindi deluso come era lecito attendersi.

 

Metagenerator disabilitato senza description e keywords inserite

Nell'immagine sopra vedete uno screenshot della sorgente con metagenerator disabilitato, description e keywords lasciate vuote

 

La situazione migliora per le keywords, infatti se andiamo a configurare correttamente i parametri di blackwords e goldwords possiamo raggiungere risultati apprezzabili.

Funziona come promette invece la creazione del title della pagina.

 

metagenerator attivato e metadati compilati manualmente

In questo screen potete vedere la sorgente con metagenerator attivato ma description e keywords compilate manualmente; come potete vedere in questo caso il plugin non genera nulla ma implementa solo il rel=canonical

 

Non ho riscontrato nessun problema anche per quanto riguarda l'implementazione del rel=canonical che viene aggiunto come meta-tag all'url aiutando e non poco nella gestione dei contenuti duplicati (Ricordiamo l'intervento di Ziopal al Joomladay e il suo articolo qui su joomla.it)

Faccio un piccolo inciso, il plugin funziona solamente con com-content , ho avuto modo di testarlo ad esempio con K2 ma purtroppo l'implementazione non funziona così come non funzionerà plausibilmente con altre estensioni esterne.

 

metagenerator attivato

Lo screenshot visualizza la sorgente con metagenerator e campi dei meta-dati lasciati vuoti; come potete vedere viene generata una description e delle keywords; anche in questo caso implementato il rel=author.

Conclusioni

Fu vera gloria? ai posteri l'ardua sentenza!

Per farla breve a mio onesto parere la soluzione migliore è compilare a mano description e keywords tenendo ben presente che la qualità di questi parametri è cruciale in quanto compare direttamente nelle SERP di google e fa la differenza tra una conversione e una mancata conversione da parte dell'utente in fase di ricerca.

Interessante invece l'implementazione in modo semplice e funzionale del rel=canonical utilissimo per combattere i duplicati. In definitiva se utilizziamo questo plugin con la dovuta cautela senza sovraccaricarlo di responsabilità possiamo sfruttare delle ottime potenzialità, se invece lo approcciamo con l'idea di delegargli la gestione in automatico dei nostri articoli probabilmente non stiamo facendo una cosa saggia!

 

Posizionamento Siti Internet Trento - Maxwebtrento

CommentaCommenta questo articolo sul forum