Supporto volontario e collaborativo per Joomla!® in italiano

10 motivi per cui un cliente non deve vedere il sito prima della consegna

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il cliente rompi...i

E' un po' lo spauracchio di tutti i designer, specialmente di quelli che lavorano con un CMS. Al contrario dei vecchi siti programmati da zero, in cui la fase work in progress era a malapena un'incomprensibile pagina di Notepad++, con il CMS la base di partenza è quasi sempre un template ben strutturato tutto da personalizzare.

 

E quì - come si suol dire - casca l'asino.

Il cliente, spesso ben informato sul funzionamento del CMS, cerca di sbirciare il lavoro. Se ci riesce, il designer è condannato ad un futuro di schizofrenia stilistica senza eguali.


 

Premesso che sta nella capacità del designer capire COSA vuole esattamente il cliente e realizzarlo nella maniera più consona, senza arroganza bisogna cercare di tenere duro fino alla fine e presentare un sito bello e performante al quale non potrà reagire in altro modo se non con un "WOW".

Se questo vi sembra troppo pretenzioso, forse non avete ancora avuto un duro contatto con la realtà, che mi permetto di illustrarvi.

 

Ecco pertanto i 10 motivi che dovrebbero far desistere il webdesigner dal mostrare un sito web non ancora ultimato.

 

1) IL CLIENTE PAGA, QUINDI VUOLE UN LAVORO SU MISURA

Ecco, sì, su misura, ovvio. Peccato che in fase di realizzazione, con testi d'esempio o - ancora peggio - senza testi, sia IMPOSSIBILE per un profano avere una chiara idea del risultato finale. Pertanto non esisterà configurazione che si addica al suo gusto e vi sentirete ripetere il classico adagio "mi sembra ancora troppo vuoto".

 

2) RIEMPIMELO CON DELLE FOTO

Diretta conseguenza del punto 1, questa è la frase che segue la sindrome del vuoto cibernetico. Il profano vi intaserà la casella email di foto di ogni tipo (ovviamente tutte sopra i 2 megabyte) alle quali - se non mettete subito le cose in chiaro - seguirà un penoso lavoro di ridimensionamento e adattamento al sito, che non solo vi farà perdere preziose ore che nessuno vi retribuirà, ma non piacerà nemmeno al cliente stesso perchè i vuoti non si riempiono a suon di immagini.

 

3) HO VISTO UNA COSA IN QUELLO DEL MIO CONCORRENTE...

Terza bestia nera del webdesigner, il confronto con il concorrente. Poco importa se il tizio in questione ha un portale iperstrutturato, di vecchia data, arricchito con ogni genere di plugin e voi siete ancora al Lorem Ipsum. Lui lo vede vuoto, e vi chiederà di riempirlo con tutto ciò che gli piace dei siti altrui. Anche se non concordato a preventivo! (Leggi quì)

 

4) QUELLI FAMOSI HANNO IL SITO COSI'

Tu stai facendo un sito per un fruttivendolo. Lui ti porta come esempio la pagina istituzionale della Bugatti.

Non puoi pretendere di far capire al cliente tutto ciò che hai imparato nei tuoi dieci/venti anni di design e cioè psicologia del colore, CTA, contestualizzazione, target, ecc... anche perchè non sarebbe in grado di capire. Lui - da profano - penserà sempre che ciò che è famoso è anche vincente e torturerà la direzione artistica con assurde richieste di conformità all'idolo di turno.

 

5) A ME PIACEVA COMIC SANS

Font. Ad oggi non mi sono ancora capitati clienti che dopo la mia personale dannazione per trovare una combinazione perfetta di font, non mi implorino di tornare all'obsoleto Arial, all'usurpato Verdana o al nauseante Comic Sans. Webdesigner: mostra al cliente il sito a metà e lui penserà che il modo giusto per renderlo "bello" sarà metterci il font che gli piace tanto. E ti toccherà farlo.

 

6) SFONDO BLU E TESTO GIALLO

Combinazioni cromatiche, queste sconosciute. Test di leggibilità, vade retro. I suoi colori istituzionali sono il blu e il giallo e immancabilmente, sempre per la sindrome del vuoto, li proporrà come soluzione vincente per "riempire quel troppo bianco che proprio non lo soddisfa".

 

7) ME LO IMMAGINAVO DIVERSO.

E' entrato chiedendo un sito dall'aspetto sobrio e molto professionale. Ti ha portato come esempio il portale Disney.

Vede il tuo work in progress. Non è nè sobrio nè Disney e non gli piacerà per niente. O vi siete tutelati con un contratto (leggi quì) o per il cavolo che riuscirete ad evitarvi 20 ore di lavoro extra (e sempre non retribuito) per presentargli valide alternative. Che non lo soddisferanno. Perchè nemmeno lui sa cosa vuole e vedere un lavoro a metà getta chiunque in confusione, a volte anche il designer stesso.

 

8) MIO CUGGINO, MIO CUGGINO

Gli Elii ci avevano visto lungo. Qualsiasi cliente ha un fantomatico cugino con cui irrimediabilmente si confronta. Relativamente al vostro lavoro.

Il cugino è elettricista, il cliente è calzolaio, però insieme sapranno arrivare alla più degna soluzione per il progetto in questione. E sarete voi a doverla implementare, senza se e senza ma, a costo di non assumervi la paternità dell'opera. Io ho almeno 20 siti alle spalle che spero non rimandino a me e molti di essi nascono dalla professionalità del cugino del vicino della zia del cliente.

 

9) HO LA PASSWORD E TI CONTROLLO

L'altro giorno un cliente mi ha scritto "che si è connesso al sito e non ha visto modifiche". L'accesso gli è stato dato tempo orsono dal mio collaboratore - già pentito di ciò - ed io sono rimasta basita. Non mi era mai successo di essere controllata e questo mi ha fatta infuriare.

Non perchè avessi qualcosa da nascondere, ma perchè avevo passato i due giorni precedenti a ridimensionare foto, fare prove colore, tradurre 900 righe di un file di lingua, ecc... un lavoro immane del quale il cliente non immagina nemmeno l'esistenza.

Al di là del fatto che finchè rispetto le scadenze io sono libera di gestire il progetto come ritengo opportuno, non esiste spiegazione abbastanza valida per convincere il cliente che "non state cazzeggiango trascurando il suo sito". Quindi occhio a questo dettaglio!

 

10) DUE MONDI OPPOSTI

Mi ripeto: voi siete i designer, voi dovete sapere cosa è meglio per il cliente. La maggior parte di loro non ha neppure un'idea lontana di tutte le dinamiche tecniche/funzionali/psicologiche/grafiche implicate nella creazione di un sito web!

Dovete raccogliere quante più informazioni possibili per capire cosa gli occorre, studiarlo per comprenderne il carattere e quindi anticipare le problematiche, attenervi al contratto e stop.

Molto importanteVOI progettate e realizzate, LUI ottiene il lavoro finito, bello e performante.

Vedere un lavoro a metà crea confusione, spaventa, mette in crisi. Vedere il progetto finito invece esclude tutte le polemiche da binario morto, che altrimenti dovrete assecondare, spiegare.

Se vi chiede un'anteprima, declinate gentilmente a meno che non siate alla fine e non siano stati già posizionati tutti i moduli, resi funzionanti i plugin, inseriti tutti i testi, create tutte le voci di menu.

Non si fida? Non importa. Voi avete l'anticipo in banca e la sicurezza che nel tempo prestabilito consegnerete il progetto, a quel punto se vi chiederà modifiche, o saranno lecite e pattuite a contratto o preparatevi a fatturare i vostri meritatissimi 50€/ora.

 

>> Se vuoi sapere come redigere il contratto leggi questo articolo.

>> Se vuoi sapere quanto deve costare un sito web Joomla e quanto chiedere come retribuzione oraria leggi quì.

 

Carlotta Silvestrini - ImpronteDigitali Grafica e Web Design

 

commentaCommenta questo articolo sul forum
Ho scritto e condiviso questo articolo su Joomla.it, fallo anche tu. Invia ora un nuovo articolo!
ArtDirector
Alcune informazioni su di me:


Ho anche scritto:
         ✔ diventa autore su Joomla.it

Ultima versione di Joomla!®

downloadVer. 3.7.5 Stabile Italiana
Data di rilascio: 17 Agosto 2017
(leggi la notizia Demo online

Le migliori estensioni gratuite

Un elenco aggiornato con i link a più di 100 estensioni fra componenti, moduli e plugin gratuiti per Joomla! 3

Manuale in italiano

Manuale in italianoPer conoscere meglio Joomla!, le sue caratteristiche ed il metodo di utilizzo leggi il manuale tradotto in italiano.

Molto utili anche le risposte alle domande più frequenti: FAQ

Sicurezza del proprio sito Joomla!Leggi anche: Nozioni sulla sicurezza del proprio sito

Autori di articoli recenti

Invia un articolo!Scrivi un articolo su Joomla.it e ricevi i ricavi dalle pubblicità di Google Adsense!
Segui queste istruzioni, condividi e collabora con la community. L'elenco degli autori attivi sul sito.

Libri consigliati

Torna su

Joomla.it sui Social Network

JoomlaDay Italia

JoomlaDay

Newsletter

Inserisci qui la tua e.mail: