Supporto volontario e collaborativo per Joomla!® in italiano

PageRank: la fine di un'epoca?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
dal mondo..Qualche mese fa avevamo già parlato di questo algoritmo: avevamo visto a cosa serviva, come si calcola e come fare a capire il punteggio dato ai nostri siti.
In queste settimane però scade l'accordo tra il colosso di Mountain View e l'università di Stanford, la quale aveva registrato l'algoritmo a suo nome e ceduto in licenza a Google sino al 2011.
BigG potrebbe quindi, entro breve, perdere il monopolio, anche se alcune voci dicono che, da diverso tempo, voleva tagliare i ponti con l'università americana.
L'algoritmo del PageRank ha rivoluzionato la ricerca e l'indicizzazione delle pagine internet e su di esso Google ha costruito il suo impero.


Con questo evento, che potrebbe essere considerato la fine di un'era, è normale chiedersi cosa succederà. L'azienda mondiale delle ricerche non sembra preoccupata dal fatto, questo perché adesso l'indicizzazione non dipende più totalmente dai criteri del PageRank: il meccanismo di ricerca negli anni si è evoluto e l'indicizzazione è influenzata, in parte, anche da altri fattori.
Probabilmente non ci sarà nessuna corsa per ottenere i diritti di utilizzo. Primo perché sarebbero dei costi talmente sostanziosi che sono pochissime le aziende che se li potrebbero permettere (forse l'unico serio avversario di Google è la Microsoft con Bing, la quale però non ha ancora mostrato interesse): è molto ma molto improbabile che nasca un nuovo motore di ricerca che potrà competere con questi due colossi. Secondo perché non si trova più un grande guadagno nella ricerca pura.
Questa cosa Google l'aveva già annusata da tempo: è uno dei motivi per cui, negli ultimi anni, si è dedicato non solo alla ricerca ma anche ad altri applicativi e infine a uno proprio social network: Google Plus.
Google ha infatti scoperto come guadagnare in modo alternativo: tutte le applicazioni create (tipiche anche del cloud computing), l'acquisto di Youtube o di altri servizi sono state, per loro, delle vere manne dal cielo. Google si è concentrato anche su altri campi: la telefonia (per esempio con il recente acquisto di Motorola), i browser, il commercio elettronico, fino ad arrivare all'introduzione della futura GoogleTV.

Un'osservazione veramente importante che riguarda la ricerca è la seguente: a partire dagli ultimissimi anni la maggior parte di quello che viene considerato interessante passa dai social network e dalla loro profilazione di utenti.
La ricerca è sempre più collegata ai principali social network: Facebook, Twitter, MySpace etc etc.
E visto che tutto si basa sul "sociale" non ci sono algoritmi matematici che eguagliano la logica umana con le sue idee e tendenze.
Qualche azienda potrebbe però sfruttare le basi dell'algoritmo per combinarle con le basi dei social network e creare così una ricerca semantica più efficace.

Prima abbiamo introdotto le parole Google Plus: da qui viene spontaneo chiedersi: i +1 di Google saranno destinati a diventare importanti almeno quanto il PageRank?
I +1 sono degli indici di qualità del contenuto e i relativi riscontri vengono inviati anche a BigG. Il loro scopo è quello di migliorare la qualità della ricerca e il posizionamento dei siti, sempre se sarà uno strumento usato bene, a differenza di quello che è accaduto, anche in passato, con il "mi piace" di Facebook (in alcuni casi sono stati indetti anche concorsi a chi aveva più "mi piace").

Ma ancora è presto per dire cosa influenzerà la ricerca nel futuro meno remoto: avere un PageRank alto forse da qui in avanti conterà meno, ma sarà sempre un dato positivo perché riflette quanto una pagina web può essere rilevante.

Scritto da ventus85
CommentaCommenta questo articolo sul forum

Ultima versione di Joomla!®

downloadVer. 3.3.3 Stabile Italiana
Data di rilascio: 25 Luglio 2014
(leggi la notizia)

--> Demo online <--

Ver. 2.5.24 Stabile Italiana
Data di rilascio: 25 Luglio 2014
(leggi la notizia)

Manuale in italiano

Manuale in italianoPer conoscere meglio Joomla!, le sue caratteristiche ed il metodo di utilizzo leggi il manuale tradotto in italiano.

Molto utili anche le risposte alle domande più frequenti: FAQ

Sicurezza del proprio sito Joomla!Leggi anche: Nozioni sulla sicurezza del proprio sito

Autori di articoli recenti

Invia un articolo!Scrivi un articolo su Joomla.it e ricevi i ricavi dalle pubblicità di Google Adsense!
Segui queste istruzioni, condividi e collabora con la community. L'elenco degli autori attivi sul sito.

Torna su

Joomla.it su Google Plus

JoomlaDay Italia

JoomlaDay

Newsletter

Inserisci qui la tua e.mail: